Vai al contenuto

Cosa è la Certificazione Unica e quali informazioni contiene

La Certificazione Unica è il documento fiscale che dimostra ciò che il lavoratore, dipendente o autonomo o il pensionato ha percepito in termini di reddito durante l’anno precedente alla sua emissione.

Quello che viene chiamato sostituto d’imposta è l’emittente della CU che nel caso dei lavoratori è il datore di lavoro, mentre per i pensionati è l’ente che eroga il trattamento pensionistico.

All’interno della CU sono presenti:

  • i dati del ricevente;
  • i dati del sostituto di imposta;
  • i redditi percepiti da lavoratore autonomo o dipendente, da collaboratori coordinati o continuative, pensioni, provvigioni,;
  • le trattenute IRPEF;
  • i contributi previdenziali;
  • i contributi per la previdenza complementare;
  • i familiari a carico;
  • le detrazioni e le deduzioni in busta paga, nel cedolino pensione o in fattura;
  • redditi diversi da quelli già citati;
  • indennità di fine rapporto;
  • le scelte fatte per l’8 per mille, il 5 per mille o il 2 per mille.

La CU è composta da due modelli, quello sintetico da consegnare al lavoratore o al pensionato e quello ordinario da inviare all’Agenzia delle Entrate.

Chi è tenuto a presentare la Certificazione Unica

La Certificazione Unica deve essere emessa dai datori di lavoro, dalla Pubblica Amministrazione per i suoi dipendenti e dagli enti pensionistici per i pensionati, oltre che dai lavoratori autonomi con regime ordinario.

Questi sono i sostituti d’imposta che devono inviare questo documento all’Agenzia delle Entrate, in quanto sostituiscono il lavoratore o il pensionato nel pagamento delle imposte verso l’erario.

Tale modello è importante per il lavoratore e per il pensionato in quanto attesta i redditi, i contributi, le trattenute, le detrazioni e deduzioni di cui ha usufruito durante l’anno da dichiarare con il Modello 730 o il Modello Redditi Persone Fisiche.

Vedi Anche:  Modelli e Istruzioni ISEE 2024: documenti necessari e utili

Oltre a dipendenti, autonomi e pensionati, la CU viene rilasciata anche ai tirocinanti e contiene le informazioni legate al Trattamento di Fine Rapporto e si è beneficiato di misure a sostegno del reddito come ad esempio la Naspi.

Chi non percepisce detrazioni o deduzioni non deve presentare il 730 o il Modello Redditi Persone Fisiche in quanto la CU è una dichiarazione dei redditi. Invece, se esse sono presenti nel modulo o per lo stesso soggetto ci sono almeno due certificazioni, ad esempio in caso di due contratti di lavoro, bisogna presentare uno dei due modelli in base ai redditi da dichiarare.

Se si sceglie la dichiarazione dei redditi precompilata, i dati contenuti anche dalla Certificazione Unica sono presenti nel modulo già preparato, servirà solo controllare la loro rispondenza.

certificazione unica
La Certificazione Unica è il documento fiscale che dimostra ciò che il lavoratore, dipendente o autonomo o il pensionato ha percepito in termini di reddito durante l’anno precedente alla sua emissione.

Come ottenere la Certificazione Unica

I soggetti che ricevono la CU, solitamente arriva loro entro il 16 marzo di ogni anno, tranne quelli con redditi esenti o non dichiarabili ed ai collaboratori autonomi che non presentano il Modello 730, in questi casi la data limite è il 31 ottobre.

Il documento che attesta i redditi dal lavoro dipendente o autonomo, da pensione, provvigioni, redditi e guadagni derivati dai contratti di affitto, viene emesso in forma cartacea o telematica. La CU si può scaricare anche dal sito internet dell’Agenzia delle Entrate accedendo all’Area Riservata attraverso SPID, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi.

Per i pensionati è possibile scaricare online la Certificazione Unica INPS attraverso il servizio dedicato del sito web dell’ente pensionistico. A questo servizio possono accedere anche i lavoratori in disoccupazione, in Naspi ed in Cassa Integrazione e mobilità, ottenendo la CU.

Vedi Anche:  Differenza tra f23 e f24

Invece, per i lavoratori, la CU dovrebbe arrivare automaticamente dal datore di lavoro senza doverne fare richiesta. Se si termina il rapporto di lavoro, il modello deve essere inviato al dipendente entro dodici giorni dalla sua richiesta.

Alternativamente, il modello CU può essere ottenuto tramite consulenti del lavoro, Caf e Patronato, commercialisti, oppure attraverso il contact center o la PEC dall’INPS.

Per saperne di più, consulta anche:

Indice: Cosa è la Certificazione Unica e quali informazioni contiene

Argomento: Cosa è la Certificazione Unica e quali informazioni contiene

  • Certificazione Unica

Temi Correlati a: Cosa è la Certificazione Unica e quali informazioni contiene

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.
Invia una mail