Vai al contenuto

Come andare in pensione anticipata: la consulenza del lavoro

La pensione anticipata è il trattamento pensionistico che è un obiettivo ambito per molti lavoratori che desiderano potersi godere il meritato riposo dopo anni di attività. Tuttavia, decidere come andare in pensione in anticipo può essere un processo complesso e pieno di insidie. Ecco perché è fondamentale rivolgersi a dei professionisti esperti nel settore, come i consulenti del lavoro.

Il ruolo della consulenza del lavoro è fondamentale per guidare il lavoratore verso la scelta migliore per il proprio futuro pensionistico. I consulenti del lavoro possono fornire informazioni dettagliate sulle modalità per accedere alla pensione anticipata, illustrando vantaggi e svantaggi di ogni opzione e aiutando a valutare le conseguenze di una scelta rispetto all’altra.

Grazie all’importanza della consulenza del lavoro, i lavoratori possono affrontare il passaggio di chi può conseguire la pensione anticipata con maggiore tranquillità e consapevolezza, evitando errori che potrebbero compromettere il loro futuro pensionistico.

Pertanto, contattaci per ottenere un supporto competente e personalizzato in un momento così delicato della propria vita lavorativa e comprendere se il calcolo pensione anticipata può essere conveniente per i dipendenti e per i datori di lavoro che dovranno attivare il turnover professionale.

calcolo pensione anticipata
Contattaci per sapere come ottenere la pensione anticipata per i lavoratori della tua azienda ed ottenere il diritto alla decorrenza del trattamento al raggiungimento dei requisiti.

Il diritto alla pensione anticipata in attesa della pensione di vecchiaia

In attesa del raggiungimento dei 67 anni di età e dei 41 anni di requisito contributivo con almeno un anno versato prima dei 19 anni di età, in base alla speranza di vita, necessari per avere diritto alla pensione di anzianità INPS fino al 2026, bisogna considerare le soluzioni di pensione anticipata utili per abbandonare il lavoro ed avere il proprio trattamento pensionistico.

La Legge di Bilancio 2024 ha previsto le seguenti soluzioni per accedere alla pensione in anticipo rispetto alla maturazione dei requisiti anagrafici e contributivi per la pensione di vecchiaia INPS:

  • la pensione anticipata ordinaria ottenibile con 42 anni e 10 mesi di anzianità contributiva per i lavoratori e 41 anni e 10 mesi per le donne lavoratrici;
  • la pensione anticipata contributiva con il requisito anagrafico di 64 anni di età e con almeno 20 anni di contribuzione effettiva;
  • quota 103 con 62 anni di età e 41 anni di contributi maturati entro il 31 dicembre 2024 per i lavoratori nati nel 1961 e 1962 che possono accedere alla pensione anticipata flessibile ed una penalizzazione del 10 per cento sull’assegno pensionistico totale;
  • ape sociale per lavoratori con mansioni gravose, caregiver, invalidi civili con almeno al 74 per cento, disoccupati che hanno terminato la Naspi con 63 anni e 5 mesi di età ed un’anzianità contributiva che varia da 28 a 34 anni in base alle caratteristiche del lavoratore;
  • opzione donna con 61 anni di età che si possono abbassare a 60 anni e 59 anni se si hanno rispettivamente un figlio o almeno due figli, nel limite massimo di 12 mesi per figlio, ed almeno 35 anni di contribuzione, raggiungendo i requisiti entro il 31 dicembre 2023, per le lavoratrici caregiver, invalide civili almeno al 74 per cento e licenziate da aziende in crisi.
Vedi Anche:  DURC

Si può accedere a questi trattamenti se si maturano i requisiti per la pensione anticipata e datori di lavoro e dipendenti possono avvalersi della nostra consulenza per valutare se c’è convenienza per entrambi.  

pensione anticipata donne
La pensione anticipata ordinaria è ottenibile con 42 anni e 10 mesi di anzianità contributiva per i lavoratori e 41 anni e 10 mesi per le donne lavoratrici.

 Come richiedere la pensione anticipata

Per presentare la domanda di pensione anticipata bisogna aver raggiunto i requisiti contributivi ed anagrafici previsti. A quel punto, per avere accesso alla pensione in anticipo è necessario:

  • conseguire il diritto alla pensione e attendere la finestra pari a 3 mesi dalla maturazione dei requisiti per la liquidazione del trattamento pensionistico dall’ottenimento dei prescritti requisiti dal 1° gennaio 2019 ;
  • la cessazione del rapporto di lavoro dipendente e subordinato, tranne quelli a tempo parziale, alla data di decorrenza della pensione, rispettando le regole sulla cumulabilità del trattamento pensionistico con i redditi da lavoro;
  • la somma dei requisiti contributivi, 35 anni di quelli obbligatori, volontari e da riscatto, più i figurativi, ed anche i versamenti di gestioni previdenziali differenti, comprese le casse professionali.

Contattaci per sapere come ottenere la pensione anticipata per i lavoratori della tua azienda ed ottenere il diritto alla decorrenza del trattamento al raggiungimento dei requisiti.

Per approfondire l’argomento per l’accesso alla pensione, leggi anche:

 

Indice: Come andare in pensione anticipata: la consulenza del lavoro

Argomento: Come andare in pensione anticipata: la consulenza del lavoro

  • calcolo pensione anticipata
  • pensione anticipata donne
  • pensione anticipata

Temi Correlati a: Come andare in pensione anticipata: la consulenza del lavoro

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.
Invia una mail